Halloween: cosa da fare a Roma con i bambini

Vi siete già organizzati per domani e per questo week end di paura? A Roma ci sono parecchie cose da fare con i bambini, qui sotto qualche link utile:

I Segreti del Cinema Horror
http://www.bambinidiroma.com/cinebimbicitta-3/
 
Party , Laboratori e Spettacoli
http://www.romaperbambini.it/public/wordpress/index.php/2014/10/22/idee-per-halloween-party-incontri-laboratori/
 
http://www.bambinopoli.it/showeventidett.php?ID=3857
 
http://www.bambinopoli.it/showeventidett.php?ID=717
 
http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2014/10/27/halloween-hard-rock-cafe-roma-apre-ai-bimbi_96a1467f-34d4-4d28-b0cb-fee8e8f9ce74.html
 
http://www.romaperbambini.it/public/wordpress/index.php/2014/10/28/la-pupazzata-di-halloween/
 

Io come al solito devo ancora decidere cosa fare, intanto già da questa sera riempiremo la casa di folletti, pipistrelli, zucche e streghette :)

 
 
 

 

 

 

 

Pubblicato in Cosa succede in città | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Torta con polpa di frutta

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Nei miei tanti esperimenti, per non sprecare e per cercare di fare qualcosa di sano, oggi ho provato a fare un dolce con la polpa di frutta, che è lo “scarto” dei centrifugati.

Per chi non lo sapesse i centrifugati sono molto buoni, sostituiscono i succhi di frutta industriali, ma non è la stessa cosa che mangiare un frutto, perché quando la frutta viene centrifugata in automatico la centrifuga espelle le fibre che sono quelle che danno la sostanza alla frutta, quindi informandomi sul web ho visto che è possibile utilizzare la polpa che viene scartata dalla centrifuga, in modo da integrare queste fibre alla nostra dieta. Quindi una volta che vi fate la centrifuga di frutta, non gettate la polpa mettetela da una parte (non per molto tempo) e preparatevi per fare un dolce gustosissimo:

polpa di frutta

3 bicchieri di farina integrale bio

4 uova bio

1 yogurt magro

1 bicchiere di zucchero di canna

1 bicchiere di latte di soia ( o di altri drink vegetali)

1/2 bicchiere di olio di semi

1 bustina di lievito per dolci

1 cucchiaio di cannella

Procedimento:

Prima di tutto accendete il forno a 150 gradi, se avete un forno elettrico (qualora fosse a gas è preferibile a 180 gradi).

Poi imburrate il recipiente e spolveratelo di farina, facendo così siete sicuri che il vostro dolce non si attaccherà .

Dopodiché prendete un recipiente in vetro e rompeteci dentro le uova, mettete lo zucchero e poi lo yogurt e fate amalgamare il tutto , , dopodiché inserite tutti gli altri ingredienti, fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi, io mi trovo molto bene con il minipimer, ma questa operazione può essere fatta anche con la frusta. Se vedete che l’impasto è troppo liquido potete aggiungere dell’altra farina. Finito di amalgamare tutti gli ingredienti, potete mettere versare il tutto nel recipiente e mettete il vostro dolce in forno e fatelo cuocere per circa 30 minuti, per verificare se la cottura sta procedendo bene, dopo circa 30 minuti , inserite nel dolce uno stuzzicadenti lungo, se è bagnato vuol dire che è necessario dell’altro tempo di cottura, in caso contrario e quindi il bastoncino è asciutto, il vostro dolce è pronto, toglietelo dal forno e lasciatelo raffreddare, una volta freddo lo potete mangiare :)

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Concita De Gregorio: Io Vi Maledico

Mi sono “imbattuta” in questo libro circa un anno fa, ed ogni volta che ci penso sto male, si questo libro mi ha fatto stare male, è pieno di rabbia e mi ha fatto uscire fuori tutta la rabbia, non puoi trattenerti. L’ho letto nei miei viaggi in treno per arrivare al lavoro e spesso oltre la rabbia mi hanno colto le lacrime, che si versano quando ti senti impotente.

Il titolo del libro è stato “rubato” da una lapide di marmo che un operaio dell’Ilva di Taranto ha messo sotto casa sua, maledicendo le istituzioni per la mancanza di lavoro e di salute. E’ pieno di storie di gente normale, di persone vere, della rabbia del paese, l’Italia, che viene sempre più affossato dalle istituzioni spesso inesistenti, è un libro sull’incapacità degli italiani a ribellarsi a quanto sta accadendo . Ci sono tante storie che formano, come dice la De Gregorio, un piccolo rosario, ma non di preghiere però, ma di una maledizione.

Consiglio la lettura di questo libro a chi non si vuole rassegnare, a chi non vuole far rimanere queste voci tra le pagine di un libro, a chi vuole trasformare la rabbia in qualcosa di concreto, a chi vuole fare qualcosa, a chi pensa veramente che quanto scritto sia vero, che è accaduto realmente e che accade ogni giorno, ogni momento…anche ora.

Pubblicato in Libri | Lascia un commento

London Guide: Covent Garden Market

Ecco qui un altra tappa presa sempre d’assalto dai turisti….quindi anche da me , parlo di Covent Garden, in alcune ricerche ho scoperto che in realtà il nome originale era Convent Garden, in quanto alla fine del XII secolo vi sorgeva l’orto di un convento, ma poi venne espropriato per diventare un mercato ortofrutticolo e di li venne anche “cambiato” il nome. 

In realtà il mercato non è uno dei miei preferiti. Una delle ultime volte che ci sono stata (a giugno di quest’anno), non ho trovato nulla di originale e degno di nota, insomma nulla che non trovo nella mia città, Roma. Comunque è sicuramente un posto dove andare, visto dove è collocato, nel quartiere di  Covent Garden appunto. Il quartiere è molto carino, è un luogo vivo e pieno di vita, qui ha sede il Royal Opera House uno di più famosi teatri dell’opera al mondo, anche il Museo dei Traspotri di Londra si trova qui.

Nella piazza principale di Covent Garden, ogni giorno, si esibiscono gli artisti di strada e alcuni di loro sono decisamente talentuosi. Comunque visto che siete li, fate un salto nei negozi che sono sulla piazza, e a due passi da li si trova Seven Dials, dove sono concentrati alcuni dei negozi più cool di Londra, meta anche di qualche celebrità.

Infine proprio in questi giorni , fino al 24 ottobre, Covent Garden ospiterà l’opera dell’artista inglese Alex Chinneck, si tratta di una casa che “fluttua“, un opera piuttosto particolare e divertente da vedere:

floating building 03 Londra, a Covent Garden lincredibile palazzo che fluttua nel vuoto (FOTO)

Anche questo quartiere può essere facilmente raggiunto in metropolitana.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Succhi di frutta e verdura handmade

In questo periodo della mia vita sicuramente sono alla ricerca di qualcosa che me la faciliti, ma nonostante tutto mi impegno a trovare delle alternative un pochino più sane quando si tratta di alimentazione e figli. Mio figlio più piccolo era fino a poco tempo fa, dipendente dai succhi di frutta, che si sono buoni ma pieni di zuccheri e conservanti e la frutta all’interno è minima, quindi come vi ho già detto, lo scorso natale ho chiesto a BABBO NATALE di portarmi una centrifuga per fare degli ottimi succhi di frutta e di verdura. Ora vi spiego il difficile processo per poter accontentare i vostri figli (e voi).

Innanzi tutto, prendete il vostro frutto preferito (tranne la banana), che può essere la mela, pesca, susine, prugne, ananas, anguria , limone ecc.. oppure le carote (potete anche unire carote, mele e limone ed ottenere un succo multivitaminico veramente buono) i finocchi o altre verdure a vostro piacimento, comunque una volta scelto voi o i vostri figli, il frutto (o la verdura) preferito, assicuratevi di lavarlo bene, tagliarlo a pezzi e togliere i semi o il nocciolo all’interno , poi inseritelo/i nella vostra centrifuga e fate girare il tempo necessario per ottenere un bel succo. Poi mettetelo in un bicchiere o in una bottigliette e bevetelo e fatelo bere ai vostri figli, se lo tenete fuori dal frigo dovrete berlo entro poco tempo, se lo conservate in frigo lo potrete consumare entro 24 ore. Tenere presente però che, pare, che i centrifugati (e ancor meno i succhi di frutta industriali), non possono essere un sostituto della frutta, in quanto centrifugando la frutta (o la verdura), alcuni valori nutrizionali vengono persi, quindi via libera ai centrifugati, ma senza tralasciare la frutta consumata nel modo tradizionale.

Pubblicato in Figli, Ricette | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

London Guide: Portobello Market

Continua la mia mini guida, non troppo pretenziosa, di questa magnifica città: Londra. La volta scorsa vi ho parlato di Camden town o Camden Lock, ed oggi vi vorrei parlare di un altro mercato che amo tantissimo e che ho conosciuto prima tramite un film Notting Hill e poi di persona.

Portobello Market è situato su Portobello road, e questa via è celebre , appunto, per il mercato che attira tanti turisti, in particolare il sabato. Come altri mercati a Londra, Portobello è molto caratteristico e colorato, se siete appassionati di antiquariato qui troverete ciò che fa al caso vostro, anche se in realtà i prezzi non sono abbordabilissimi, ma stiamo parlando di antiquariato di qualità, quindi ci sta. Io io genere mi accontento delle bancarelle (sicuramente più low cost), che hanno parecchie cose in stile vintage e che rispecchiano lo spirito londinese. Comunque qui potete trovare anche tanto cibo fresco, frutta e verdura di ogni tipo, ma se mentre passeggiate e fate le vostre spese lo stomaco brontola , potete fare una capatina in uno dei tanti ristorantini o pub,  o comprare dell’ottimo cibo da asporto direttamente dalle bancarelle sulla strada. Vi consiglio questo posto anche se non volete mettere mano al portafoglio, è comunque bello passeggiare qui fino ad arrivare a Notting Hill. Anche questo mercato è facilmente raggiungibile con la metropolitana e le fermate sono Ladbroke Grove o Notting Hill Gate.

Pubblicato in Cosa succede in città | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fermentazioni a Roma – Officine del Farneto

Oggi il via a alla manifestazione Fermentazioni , ospitata alle Officine del Farneto per tutto il week end. Di seguito il sito dove trovate utte le informazioni e le novità di quest’anno, una delle tante e’ l’area Kids, dedicata ai più piccoli, con tanto di laboratori interattivi:

imagehttp://www.fermentazioni.it/evento/progetto/

 

 

Pubblicato in Cosa succede in città | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Merende per la scuola: Muffin con farina integrale

DownloadswebIn previsione dell’inizio del nuovo anno scolastico, io e F. (Mio figlio), abbiamo deciso di testare nuove merende sane da portare a scuola, quindi ieri ci siamo adoperati a fare degli ottimi muffin con farina integrale. Siamo partiti con questa base e ne abbiamo fatti di tre diversi gusti. Abbiamo preso due teglie per muffin (vedi foto qui sotto).

foto 5webCi siamo muniti di cappelli da chef, siamo dei professionisti e quindi non vogliamo i capelli nel nostro impasto :)
foto 1web

Dopodiché ci siamo messi all’opera.

Prima di tutto abbiamo acceso il nostro forno elettrico a 140 gradi, e poi abbiamo imburrato ed infarinato le teglie. Tutti questi procedimenti li ha fatti F., che seppure , ha 7 anni e’ perfettamente in grado di fare queste cose. I bambini amano essere coinvolti in compiti che in genere fanno i grandi, li fa sentire sicuri e forti, e sono felici di vedere che ci si fida di loro, e se sporcano un po’ la cucina che importa, poi si pulisce, nulla di grave. Invece dobbiamo imparare ad apprezzare questi momenti passati insieme, e se abbiamo la cucina un po’ più in disordine del solito, non facciamoci caso e pensiamo a divertirci e a preparare qualcosa di buono e sano insieme ai nostri  bambini.

Ingredienti per 18 muffin:

4 uova bio

3 bicchieri e mezzo di farina integrale bio

un bicchiere di zucchero di canna bio

1 bustina di lievito per dolci

vaniglina

cacao amaro in polvere q.b.

3 cucchiai di miele millefiori di Podere Argo

1 bicchiere di latte fresco parzialmente scremato

1 vasetto di yogurt magro alla frutta

1 prugna

il succo di un limone

cannella

zenzero

50 grammi di mandorle

Prendete un recipiente rompete dentro le uova, e poi aggiungete lo yogurt, il latte, e lo zucchero di canna, amalgamate il tutto con il minipimer, o con la frusta, dopodiché aggiungete due cucchiai di miele bio, poi il lievito, la vaniglina e il succo di limone.

foto 4 (1)web

Dividete il composto in tre parti uguali in tre differenti recipienti (vedi foto), in uno di essi aggiungete al composto base il cacao amaro (la quantità dipende da quanto piace a voi l’intensità del gusto al cioccolato) e la cannella ,amalgamate il tutto ed iniziate a metterlo nella teglia in sei stampini, mettete su ogni muffin tre mandorle, in altri sei stampini adagiate sul fondo la prugna tagliata a pezzettini (vedi foto), ed aggiungete del miele (la quantità anche qui dipende dai vostri gusti) , all’ultimo composto aggiungete due cucchiai di zenzero e dell’altro succo di limone, e mettete il tutto negli ultimi sei stampini e se volete anche qui potete aggiungere le mandorle a vostro piacimento. Mettete le teglie in forno, far cuocere tutto per c.ca 1/2 ora.

foto 3 (1)web

foto 2 (1)web

Il risultato finale e’ qui, peccato non possiate sentire il profumo di questi muffin, vi assicuro che il sapore e’ ottimo. Ora non vi rimane che metterne un paio in una bustina e nello zaino dei vostri figli, loro saranno felicissimi di sfoggiare a scuola qualcosa interamente (o quasi) preparato da loro. Quindi non mi rimane che augurare a tutti, buon anno scolastico ;)foto 1 (2)web

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

London Guide: Markets

Andare a Londra senza andare ai mercatini vari e’ quasi un delitto. Sicuramente negli anni questi mercati sono diventati molto più commerciali di un tempo, ma sono sempre molto affascinanti. Il mio favorito e’ nel quartiere di Camden town….si chiama appunto Camden Market, facilmente raggiungibile coimageimagen la metropolitana, il mercato e’ molto grande e sicuramente tra i più famosi nel mondo. L’atmosfera e’ unica, se si ama la fotografia qui ci si può sbizzarrire con la streetphotography. Tutto è molto colorato, allegro, in tutto il quartiere c’è profumo di cibo proveniente da ogni parte del mondo, Turchia, Thailandia, Cina , Giappone tanti paesi racchiusi in un mercato. Quando ti trovi a Camden pensi che tutto sia possibile, si può fare shopping senza spendere un occhio della testa, si può acquistare abbigliamento alternativo, vintage, ci sono pezzi di oggettistica di ogni tipo, artigianato. La prima volta che ci sono stata, circa 17 anni fa, mi trovavo con mio marito e due miei amici, e non ho mai dimenticato l’atmosfera e i profumi di questo posto e quando ci sono tornata a distanza di molti anni , anche mia figlia si è innamorata di Camden, quando andiamo a Londra la tappa e’ d’obbligo.  E’ un luogo alternativo, forse il più alternativo di Londra, se ami l’abbigliamento punk, cyberpunk , ghotik, burlesque e’ qui che ti devi recare.

image

C’è una piccola parte lungo il canale che ricorda Amsterdam, il mercato e la via principale sono sempre pieni di gente, si pensi che addirittura è stata creata una stazione metro con entrata ed uscita separata.

image

Inoltre per la vita notturna , qui ci sono molti bei pub ed ottimi locali per ascoltare musica dal vivo, tanto per citarne alcuni: Underworld, Roundhouse, Koko

Nel prossimo post, vi parlerò degli atri mercati che ci sono a Londra dove fare acquisti low cost :)

Pubblicato in Cosa succede in città | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Matrimoni, matrimoni e ancora matrimoni

Anche a settembre con l’organizzazione dei ricevimenti nuziali abbiamo un bel da fare, questo week end si prospetta caldo, almeno dal punto di vista lavorativo. Essendoci diversi ricevimenti le richieste sulla personalizzazione richiedonimageo un bel l’impegno da parte mia e dei miei colleghi, ogni ricevimento non può essere uguale all’altro, sia perché gli sposi sono diversi sia perché ognuno di noi ci mette del suo, la fantasia e l’estro cambiano, i sogni e desideri delle coppie sono differenti….per fortuna.

Io per questo week end sto preparando il ricevimento di una coppia inglese, faranno il rito in villa e la cosa mi piace e mi diverte, ma sarà una giornata sicuramente impegnativa e faticosa, ogni cosa è stata già studiata e pianificata, ma per domani dovrà tutto essere perfetto.

Spero di fare molte foto, che in seguito inserirò sul blog, per il momento mi limito a postare le foto della location scelta con vista lago,

0321

 e qualche foto di un matrimonio dello scorso week end.

Desktop4

Pubblicato in Weddings | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento